Un viaggio musicale nella canzone classica napoletana da una favola immortale rivista in chiave farsesca. È un concerto-spettacolo con due attori/cantanti a interpretare un famoso testo del Seicento da cui tanti altri hanno successivamente preso spunto per la favola di Cenerentola.

Questo racconto popolare napoletano, tratto dalla raccolta “Lo Cunto de li Cunti” e qui riadattato con sonorità pugliesi, è il punto di partenza per un viaggio nel repertorio classico della canzone napoletana. Anema e Core, I’ te vurria vasà, Dicitencello vuje, Tu si na cosa grande pe me, fino al finale de ‘O surdato ‘nnammurato, questi alcuni dei brani che si inseriscono amabilmente nella trama di una rappresentazione teatrale e musicale che vuole un po’ divertire e un po’ commuovere.

INFO: 333 912 0388